Regolamento Genitori

Premessa
La Polisportiva Colverde ASD, nata il 25.11.2014, dalla fusione delle associazioni,
“ASD Gruppo Sportivo Drezzo ’76”, “ASD Polisportiva Gironico”, “GSD Gruppo Sportivo
Parediense” è un associazione che ha come scopo di praticare e di propagandare
diverse discipline sportive ed a tal fine, di partecipare a gare, tornei, campionati,
svolgendo attività didattica per l’avvio, l’aggiornamento ed il perfezionamento nella
pratica dello sport.
L’associazione svolge la propria attività in conformità alle norme ed alle direttive del
CONI e delle diverse Federazioni o Enti di Promozione Sportiva alle quali l’Associazione
è affiliata.
La Polisportiva Colverde ASD vuole programmare il suo prossimo futuro mettendoci
professionalità, stile e passione, investendo e programmando insieme a voi, il proprio
futuro.
Per un’efficace azione formativa, sportiva, educativa e per migliorare l’organizzazione
della Società, tutti gli Atleti, i Familiari, i Dirigenti e gli Allenatori, sono tenuti ad
osservare le disposizioni contenute nel presente regolamento.
REGOLAMENTO
Lo scopo principale della nostra Associazione è quello di contribuire alla crescita
sportiva ed educativa dei ragazzi. Rispettate e condividete le decisioni
dell’Associazione che si riferiscono ad un progetto più ampio di quello della categoria
dove gioca il vostro ragazzo.
I risultati sono importanti ma non rappresentano il nostro obbiettivo primario. A
nessuno piace perdere, ma dobbiamo imparare ad accettare le sconfitte serenamente
facendo i complimenti a chi ci ha battuto.
Invitate i ragazzi a rispettare e condividere sempre le scelte dell’Associazione e
dell’Allenatore. In caso di dubbio potrete sempre chiedere chiarimenti al Dirigente
Accompagnatore o allo staff societario. Ricordate comunque che non sarà consentito
ai Genitori di interferire in alcun modo con le scelte tecniche dell’Allenatore.
4. Sostenete con calore i ragazzi durante le partite, ma non mancate di applaudire
anche gli avversari, quando se ne presenta l’occasione. Non tenete mai
comportamenti scorretti e non utilizzate mai un linguaggio scurrile. Ricordate che i
vostri figli sono in campo e vi stanno ascoltando, e potrebbero vergognarsi di voi.
5. Non confondete i ragazzi durante le partite dando suggerimenti tecnici o tattici ma
limitatevi a sostenerli con calore. Il compito di gestirli sul campo è esclusivamente
dell’Allenatore.
6. Nel caso in cui verifichiate che all’interno del gruppo vi siano ragazzi che mostrano
segnali di disagio di qualsiasi tipo, non esitate a segnalare la cosa al Dirigente
accompagnatore oppure allo staff societario. Molto spesso queste situazioni spiacevoli
nascono da piccole incomprensioni che se affrontate per tempo si risolvono in maniera
positiva, mentre se vengono trascurate, nel tempo possono degenerare in conflitto.
7. Invitate i vostri ragazzi ad affrontare la disciplina sportiva con il giusto spirito di
sacrificio, perché solo con passione, costanza e tanto lavoro si possono ottenere buoni
risultati.
8. Responsabilizzate i ragazzi facendo i modo che l’attività sportiva praticata
rappresenti per loro un modo per raggiungere una certa indipendenza. Lasciate che
siano loro ad occuparsi della preparazione e della pulizia della borsa. Dopo allenamenti
e partite stimolate i ragazzi a fare la doccia in autonomia.
9. Siate puntuali nell’avvisare Allenatore o Dirigente nel caso di ritardi o assenze del
ragazzo ai vari impegni, e rispondete sempre con sollecitudine alle eventuali
comunicazioni che vi arriveranno dagli stessi.
10. Applaudite sempre l’arbitro anche se a volte potrà sembrarvi difficile, e soprattutto
invitate sempre i ragazzi e gli altri genitori a farlo. Ricordatevi che nelle categorie
minori, nella maggior parte dei casi, l’arbitro è un genitore come voi, che si presta a
svolgere l’ingrato ruolo per fare giocare i vostri figli.
11. Condannate sempre e non cercate mai di giustificare comportamenti violenti risse
anche verbali, ed altri comportamenti contrari alle regole del fair-play. Al contrario
applaudite sempre il bel gioco di tutti, anche quello degli avversari.
12. Supportate nelle varie attività i dirigenti accompagnatori prestandovi se
necessario nell’organizzazione di trasferte, cene e di tutte quelle attività che fanno da
contorno allo svolgimento della stagione sportiva. La presenza di un gruppo affiatato
che supporti la squadra porterà sicuramente dei benefici anche ai ragazzi.
13. Non criticate mai i ragazzi per qualche errore commesso in campo, lasciate questo
compito all’Allenatore. Premuratevi invece di sottolineare gli aspetti positivi messi in
mostra dai ragazzi durante le partite.

Scarica Regolamento PDF